Le ricette Shakshuka offrono sapore, colore e proteine

Le ricette Shakshuka offrono sapore, colore e proteine

Le ricette Shakshuka offrono sapore, colore e proteine
Le ricette a base di uova Shakshuka offrono sapore, colore e proteine. Foto di Bill St. John per UCHealth.

Una cosa bella dell’invecchiare (ho 72 anni) è che le sorprese significano di più.

I miei amici più piccoli parlavano di un piatto chiamato “shakshuka” e, per la mia vita, ho pensato che fosse una forma di sushi. Un’altra cosa dell’invecchiamento è che anche i rimpianti possono significare di più. Trovo di essere quella persona rara a cui non era stato servito shakshuka (scritto anche shakshuka). Dopo aver assaggiato e condiviso queste ricette con amici e vicini, me ne pento. Shakshuka, cucchiaio, è un pasto gustoso.

Le controversie circondano sia il nome che l’origine dello shakshuka, quasi tutti sottolineano che i due ingredienti centrali della ricetta tradizionale – pomodori e peperoni dolci – non sarebbero arrivati ​​nelle aree in cui lo shakshuka è ampiamente consumato oggi, sia in Medio Oriente che in il Maghreb (Africa nord-occidentale), fino a ben oltre Colombo e la Borsa Colombiana. Quest’ultimo è quella vasta condivisione di cibi del Nuovo Mondo con il Vecchio (e ritorno) resa possibile solo dai viaggi di Colombo e di coloro che lo seguirono.

Il nome “shakshuka” potrebbe derivare da una parola araba berbera che significa “miscela” e qualsiasi shakshuka è certamente quello. Inoltre, qualsiasi ricetta si presta a variazioni quasi infinite al suo interno.

Quindi, sperimenta tu stesso queste ricette, aggiungendo o modificando spezie, varie carni, se lo desideri, come agnello macinato, salsicce o pezzi di pollo, diverse verdure o formaggi e condimenti. Oppure mantienilo completamente vegetariano. Potresti anche rimescolare le uova per una versione di uno “shakshuka” turco chiamato menemen.

Anche se preferisco le mie uova di shakshuka ai tuorli che cola, potresti sbagliare sul lato della cautela e cuocere le tue fino a rassodare.

Inoltre, per la versione rossa, cercate di non usare i pomodori in scatola a cubetti. Quasi tutte le marche di pomodori a cubetti in scatola contengono cloruro di calcio, che aiuta a mantenere sodi i dadi di pomodoro, come piccoli cubetti. Non lo vuoi; vuoi una salsa liscia, densa e leggermente grossa sotto quelle uova.

Sarebbe meglio usare pomodori interi in scatola e pelati, il meglio che puoi permetterti. Schiacciateli, come prevede la ricetta.

Ricetta Shakshuka rossa

Adattato da seriouseats.com e cooking.nytimes.com. Serve 4-6.

ingredienti

3 cucchiai di olio d’oliva fruttato

1 cipolla gialla media, affettata lungo i suoi “poli”

1 peperone rosso grande, privato del gambo, dei semi e delle coste, affettato sottilmente

4 spicchi d’aglio, affettati sottilmente o tritati

1 cucchiaio di paprika dolce in polvere

3/4 cucchiaino di semi di cumino

1/2 cucchiaino di pepe di Caienna in polvere, o più a piacere

1 cucchiaino di kosher o sale marino

3/4 cucchiaino di pepe nero appena macinato

1 lattina da 28 once di pomodori pelati interi (vedi nota)

1/2 tazza di foglie di coriandolo leggermente confezionate e steli teneri, tritati

1/2 tazza di foglie di prezzemolo a foglia piatta, tritate, mescolate con il coriandolo

6 uova grandi

Indicazioni

Usando una padella grande (almeno 10 pollici, preferibilmente 12 pollici) in acciaio inossidabile o ghisa dal fondo spesso, scaldare l’olio a fuoco medio-alto e in esso cuocere la cipolla e il peperone, scoperti, finché non si ammorbidiscono notevolmente e iniziano a dorarsi o annerire in alcuni punti, circa 8-9 minuti. Aggiungere l’aglio e, mescolando, cuocere altri 90 secondi, quindi fare uno schiarimento al centro e aggiungere le spezie e i condimenti, mescolandoli insieme fino a quando non diventano aromatici, circa 45 secondi in più. Uniteli alla cipolla, al pepe e all’aglio.

Unite i pomodorini, schiacciandoli bene con le mani mentre li versate nella padella, o in alternativa schiacciateli con uno schiacciapatate o un frullatore una volta in padella. Ridurre il fuoco a fuoco lento, mescolando il composto una o due volte, facendo cuocere per 10 minuti. Unire 1/2 coriandolo e prezzemolo (tenere da parte la restante 1/2 per guarnire) e mescolare bene.

Fai 6 pozzetti con il dorso di un cucchiaio grande, 5 attorno al perimetro dello shakshuka e 1 al centro. In ogni pozzetto, rompi con cura un uovo, spingendo indietro verso i tuorli i bordi degli albumi che vogliono scappare. Abbassare la fiamma al minimo e coprire la padella.

Dopo 5 minuti, picchietta leggermente la parte superiore dei tuorli per vedere a che punto sono arrivati ​​e, se necessario, cuocili ulteriormente, coperto. Servire guarnito con il restante 1/2 coriandolo e prezzemolo sparsi.

Molte opzioni abbondano per dare una scossa alle tue ricette shakshuka.  Prova questa versione verde.  Foto di Bill St. John per UCHealth.
Molte opzioni abbondano per dare una scossa alle tue ricette shakshuka. Prova questa versione verde. Foto di Bill St. John per UCHealth.

Ricetta Shakshuka verde

Adattato da cooking.nytimes.com, themediterraneandish.com e downshiftology.com. Serve 4-6.

ingredienti

3 cucchiai di olio d’oliva fruttato

1 cipolla gialla media, sbucciata e affettata lungo i suoi “poli”

4 spicchi d’aglio, pelati e affettati sottilmente o tritati

3/4 cucchiaino di semi di cumino

3/4 cucchiaino di coriandolo in polvere

3/4 cucchiaino di kosher o sale marino

3/4 cucchiaino di pepe nero appena macinato

8 cavolini di Bruxelles, privati ​​delle foglie esterne, privati ​​del torsolo e tagliati a fettine sottili o molto sottili

9 tazze di miscela di spinaci e cavolini (vedi nota)

1 cucchiaino di peperoncino tritato di Aleppo (o Urfa o messicano).

Succo di 1/2 limone, senza semi

1/2 tazza di foglie di coriandolo leggermente confezionate e steli teneri, tritati

1/2 tazza di foglie di prezzemolo a foglia piatta, tritate, mescolate con il coriandolo

6 uova grandi

1/2 avocado, sbucciato e tagliato a fettine sottili nel senso della lunghezza

1/2-3/4 tazza di formaggio cotija, in briciole, a piacere

1 jalapeño medio, affettato sottilmente in “angoli” o anelli

1 scalogno grande, tagliato ad anelli, solo la parte bianca e verde chiaro

Indicazioni

Utilizzando una padella grande (almeno 10 pollici, preferibilmente 12 pollici) in acciaio inossidabile o ghisa dal fondo spesso, scaldare l’olio a fuoco medio-alto e in esso cuocere la cipolla, scoperta, fino a quando non si ammorbidisce notevolmente e inizia a rosolare o annerire in alcuni punti, circa 8-9 minuti. Aggiungere l’aglio e, mescolando, cuocere altri 90 secondi, quindi fare uno sgombero al centro e aggiungere il cumino, il coriandolo, il sale e il pepe, mescolandoli insieme fino a quando non diventano aromatici, circa 45 secondi in più. Uniteli alla cipolla e all’aglio.

Aggiungere i cavolini di Bruxelles e iniziare a girare il tutto con le infradito. Dopo 5 minuti, aggiungere le verdure a manciate e lasciare appassire ogni lotto, girando di nuovo con le infradito, fino a quando tutte le verdure non saranno entrate. Cospargete con il succo di limone. (Se le verdure non hanno sprigionato molta acqua e la padella sembra asciutta, aggiungere 1/2 tazza d’acqua; poi un’altra 1/4 tazza se necessario. A fuoco medio-basso, il contenuto della padella ora dovrebbe sobbollire a fuoco lento bordi.)

Con il dorso di un cucchiaio grande fate 6 pozzetti, 5 attorno al perimetro delle verdure e 1 al centro. In ogni pozzetto, rompi con cura un uovo, spingendo indietro verso i tuorli i bordi degli albumi che vogliono scappare. Abbassare la fiamma al minimo e coprire la padella.

Dopo 5 minuti, picchietta leggermente la parte superiore dei tuorli per vedere a che punto sono arrivati ​​e, se necessario, cuocili ulteriormente, coperto. Completare con gli altri ingredienti in qualsiasi modo si adatti alla vostra fantasia.

Nota: Questa miscela è prontamente disponibile in grandi contenitori di plastica in molte sezioni di prodotti alimentari, oppure puoi miscelare la tua. Oppure usa un mix di altre verdure moderatamente robuste come foglie di bietola senza gambo o tenero cavolo nero o rosso russo.

Raggiungi Bill St John a bsjpost@gmail.com

Leave a Comment

Your email address will not be published.