Cooking Concierge – Il New York Times

Cooking Concierge – Il New York Times

Nel multiverso in continua espansione, c’è una versione di me che spacca una tastiera con i suoi piedi, elaboro indietro e non faccio alle masse nei panni della Dear Abby di quel mondo.

Ma qui nella nostra realtà, sono Tanya, editore del New York Times Cooking e redattore di Tejal per The Veggie. E nel bene e nel male, c’è un passatempo a cui non rinuncerò mai: dare consigli. Fortunatamente, il mio lavoro occasionalmente mi offre l’opportunità di abbracciarlo. Oggi, pensa a me come al tuo portiere di cucina personale in assenza di Tejal.

Queste domande provengono da una manciata di e-mail di lettori a cui Tejal si è tenuto per ispirare la newsletter futura e sono più che felice di rispondere.

Esiste un sostituto per tutti gli usi dei funghi nei piatti vegetariani in cui sono una componente integrale? O ci sono più sostituti, alcuni dei quali sono migliori di altri, a seconda dell’applicazione? — Kim O.

Nella maggior parte dei casi, ti consigliamo di scambiare con un ingrediente strutturalmente simile: pensa a fette di tofu, tempeh, melanzane e persino cuori di carciofo. Ma se i funghi stanno facendo un lavoro pesante anche nel reparto dei sapori, ti consigliamo di compensare la perdita condendo con ingredienti ricchi di umami, come salsa di soia, kombu o alghe tostate, miso o concentrato di pomodoro.

Questi tacos di chicharrón ai funghi possono essere preparati altrettanto facilmente con strisce di tofu sodo scottato o cotto al forno, o un tempeh leggermente più masticabile. (Potresti anche preparare questi tempeh tacos sbriciolati.) Nelle patatine fritte, verdure come melanzane o zucchine, che scottano e assorbono i condimenti in modo simile ai funghi, potrebbero servirti bene. Prova a scambiare questo riso fritto allo zenzero e assaggia mentre vai – forse vorrai un pizzico di salsa di soia in più o una spolverata di aglio o cipolla in polvere.

Adoro le tue ricette, ma poiché ho reazioni negative a pomodoro, melanzane, peperoni, peperoncini, patate e tutte le altre belladonna, posso usare raramente le ricette. Qualche idea? — Gretchen N.

Le verdure primaverili sono tue amiche: questa polenta con asparagi, piselli e menta e questa croccante insalata primaverile sono ottimi punti di partenza. Durante il resto dell’anno, dai un’occhiata alle nostre ricette di cavolfiore e cavolo. E il riso fritto allo zenzero di cui ho parlato sopra diventa privo di belladonna se salti il ​​jalapeño. In effetti, scoprirai che molte ricette di funghi sul New York Times Cooking funzioneranno per te come scritto (come questo gnocchi in padella con funghi e spinaci) o sono facilmente modificabili.

Compro sottaceti e olive al mercato degli agricoltori. Hanno così tante varietà diverse. Ad ogni modo, mi piacerebbe riutilizzare la salamoia, poiché scartarla sembra uno spreco. Eventuali suggerimenti? Alcuni dei sapori sono rafano, fuoco, rosmarino o anche dolce e speziato. —Frank K.

È ora di fare la zuppa di sottaceti! La salamoia è anche un modo incredibile per condire insalate e condimenti di patate come questo ranch vegano di avocado. E dovresti assolutamente scuotere alcuni di quelli con vodka o gin – sporco martini, chiunque? — se ti godi un cocktail di tanto in tanto. Saluti!

Vai alla ricetta.


I vegetariani che le mangiano sanno che le uova sono una stella della cucina: aggiungono peso, proteine ​​e sapidità a piatti altrimenti semplici. Davvero, beh, non puoi batterli!

Se suona come te, rivolgi la tua attenzione questa settimana alla nostra grande ode alle uova, scritta da Eric Kim e completa di 24 ricette, la maggior parte delle quali sono senza carne, incluso il delizioso curry di uova di Tejal.

E a proposito di Tejal: il 17 maggio ospiterà un evento virtuale con l’editore alimentare Emily Weinstein sulla preparazione di deliziosi piatti vegetariani a casa. Parleranno con lo chef e scrittore Samin Nosrat e daranno consigli ai lettori con sfide di cucina vegetariana. Puoi rispondere e inviare il tuo dilemma culinario per farli discutere, qui.

Tejal tornerà la prossima settimana. Grazie per avermi letto e per avermi ospitato! Alla prossima volta, mi trovi su Instagram.

Scrivici a theveggie@nytimes.com. Le newsletter verranno archiviate qui. Contatta i miei colleghi a cookingcare@nytimes.com se hai domande sul tuo account.

Leave a Comment

Your email address will not be published.