Come questo bar di proprietà di una donna sta rendendo lo sport e il cibo più inclusivi

Gli appassionati di sport nel cuore di Portland, negli Stati Uniti, stanno affollando The Sports Bra, un nuovo bar vegano che propone esclusivamente sport femminili. Fondato da Jenny Nguyen, The Sports Bra è dedicato a mettere in evidenza gli sport femminili proiettando una varietà di giochi come tornei collegiali, giochi WNBA, golf, tennis, calcio, calcio e altro ancora.

L’inaugurazione del bar il 1° aprile ha coinciso con l’inizio del torneo di basket femminile March Madness Final Four organizzato dalla National Collegiate Athletic Association (NCAA). I clienti entusiasti hanno iniziato a formare una fila prima di mezzogiorno e, sebbene la competizione di basket collegiale fosse un fine settimana intenso, il traffico pedonale del bar non è rallentato da allora, in gran parte a causa della sua missione di inclusività.

“So solo che c’è un grande gruppo di persone che non hanno avuto una grande esperienza nei bar dello sport e poter essere quel posto per loro è davvero bello”, ha detto Nguyen a VegNews. “La comunità è stata così straordinaria, generosa ed estremamente solidale, ci sentiamo così onorati e orgogliosi di essere qui a fare quello che stiamo facendo”.

Il reggiseno sportivo

Sport, cibo vegano e inclusività

Fin dalla sua nascita, The Sports Bra ha reso l’inclusività e l’empowerment una priorità assoluta. La missione del bar di supportare e responsabilizzare le donne e le ragazze nello sport e oltre si estende a ogni aspetto dell’attività, dalle opere d’arte di Serena Williams e Sha’Carri Richardson alle birre alla spina delle distillerie di proprietà femminile e persino i suoi tavoli da picnic all’aperto, che sono stati costruiti da Girls Build, un’organizzazione che insegna alle ragazze le abilità di costruzione.

Questa missione di inclusività può essere vista anche nel menu di The Sports Bra. Per il proprietario Nguyen, soddisfare una varietà di esigenze dietetiche non era un’opzione, era una necessità. A differenza dei tradizionali bar sportivi, che spesso presentano piatti pesanti a base di carne e latticini, il menu di The Sports Bra offre una varietà di opzioni a base vegetale.

Il tempeh Reuben del bar (tempeh marinato e grigliato condito con crauti, formaggio vegano e condimento delle mille isole servito su segale) e il cavolfiore fritto croccante con salsa al coriandolo-tahini sono vegani senza modifiche. Il bar offre anche articoli pubblicizzati come “vegani su richiesta”. Negli Sports Bra Nachos, il formaggio da latte viene sostituito con una salsa di formaggio vegana fatta in casa e nelle offerte di hamburger del bar, le polpette Beyond Meat sostituiscono facilmente la carne di manzo senza costi aggiuntivi.

VegNews.SarahC.TheSportsBraYelpSarah C/Yelp

“[The] la mancanza di rappresentazione nei menu dei bar sportivi più tradizionali è precisamente il motivo per cui era importante per me includere più varietà di opzioni dietetiche nel nostro menu”, ha affermato Nguyen. “In pratica ho cercato di pensare a tutti i modi in cui il tuo normale sport bar [doesn’t] soddisfare le esigenze di così tante persone, me compreso, e poi ho cercato di apportare queste modifiche. La chiave era apportare quelle modifiche per rappresentare più persone e non meno; quindi assicurandosi che tutti quegli stessi commensali e frequentatori di bar che amano la cucina tradizionale si sentano anche come se il menu fosse fatto per loro.

E il menu inclusivo di Nguyen ha dimostrato di essere un grande successo, con la comunità vegana di Portland che è uscita in massa per sostenere il suo stabilimento unico nel suo genere, dove bagni e segnaletica neutrali rispetto al genere che fanno eco all’importanza delle vite dei neri e dei diritti dei trans, sottolineano ulteriormente che tutti sono veramente i benvenuti.

“Riceviamo un sacco di commenti su come non addebitiamo costi aggiuntivi [our plant-based substitutes] e quanto è rinfrescante [vegan customers] per non dover pagare una ‘tassa vegana'”, ha detto Nguyen. I clienti possono persino celebrare il rifiuto del bar di una tassa vegana con il Cherry Picker, un cocktail schiumoso a base di aquafaba che si è guadagnato la reputazione di essere uno dei preferiti dai clienti.

Tutti sono i benvenuti a The Sports Bra

Per Nguyen, l’inaugurazione di aprile è stata la realizzazione di una fantasia di lunga data. L’idea di un bar sportivo incentrato sugli sport femminili le è venuta per la prima volta nel 2018. Dopo essere andata in un bar locale per guardare la finale di basket della NCAA con un gruppo di amici, Nguyen ha guardato la partita su un minuscolo schermo televisivo smorzato solo dopo il gruppo. ha richiesto l’attivazione del gioco. Nonostante le circostanze, l’eccitazione della partita ha irritato Nguyen, un tifoso di basket di lunga data. Quando l’eccitazione iniziò a svanire, si rese conto che gli altri capi non stavano prestando attenzione alla partita di basket femminile del college. Per anni, Nguyen e la sua ragazza hanno sognato un bar dello sport in cui lo sport femminile fosse al centro della scena, con la coppia che spesso scherzava sul nome perfetto per un’impresa del genere.

“L’ispirazione sembra davvero nata dalla necessità”, ha detto Nguyen. “Da quando ho memoria, ci siamo sempre sentiti in un certo modo ad entrare nei tradizionali bar dello sport, come se fossero posti che non erano pensati per noi. E quei sentimenti sono stati esacerbati quando siamo andati con l’obiettivo di guardare gli sport femminili. Non solo non erano attivi, ma quando siamo riusciti a convincere qualcuno a cambiare canale per noi, non è mai sembrata l’attrazione principale: è sembrata più una concessione.

VegNews.TheSportsBraIl reggiseno sportivo

Quando il COVID-19 ha iniziato a diffondersi in tutto il mondo e sono entrati in vigore gli ordini di restare a casa, Nguyen, che all’epoca lavorava come chef esecutivo, si è trovata disoccupata. Dopo una dose di incoraggiamento dalla sua ragazza, Nguyen si è tuffata a capofitto nel far decollare il concetto originale.

“Alcune delle principali sfide che ho dovuto affrontare quando ho cercato di avviare The Sports Bra sono state sicuramente i finanziamenti. Sono stato letteralmente rifiutato i prestiti da tutti i principali istituti di credito tradizionali a cui sono andato “, ha detto Nguyen. “Non era tanto il fatto che non pensassero che avessi un’idea praticabile, era più che eravamo solo all’inizio della variante Delta del coronavirus, che ero un imprenditore per la prima volta e che il mio concetto non era mai stato realizzato prima. Il rischio tripletta era semplicemente troppo da ignorare per le grandi banche e istituti di credito”. Determinata a lanciare lo spazio dei suoi sogni, Nguyen si è rivolta a Kickstarter e in un mese ha raccolto $ 105.000 per finanziare l’impresa.

E il suo duro lavoro ha dato i suoi frutti. Dal giorno dell’inaugurazione, Ngyuen ha ricevuto centinaia di messaggi di sostegno da persone in tutto il paese; tra loro, donne che si sono battute con le unghie e con i denti per fare sport da ragazzine e uomini che iniziano ad aprire gli occhi sulla mancanza di atlete sugli schermi dei bar sportivi che frequentano.

Per gli ultimi bar e cantine vegani, leggi: Azienda vinicola di proprietà nera che crea vini vegani non è di nicchia, è inclusivo
Un enorme pub vegano apre di fronte al Fenway Park di Boston
DC ha ottenuto il suo primo bar vegano con cocktail con schiuma Aquafaba

APPENA LANCIATO! Ricevi il nostro ricettario 10 Easy Vegan Summer Meals come download immediato GRATUITO.

Ottieni la guida

Leave a Comment

Your email address will not be published.