Cocktail & Sons crea frullatori e sciroppi per bevande con zucchero, frutta ed erbe aromatiche di provenienza locale | Cibo e bevande | Gambit settimanale

Il team di marito e moglie Lauren Myerscough e Max Messier producono sciroppi per cocktail aromatizzati naturalmente utilizzando zucchero, frutta ed erbe di provenienza locale e nel 2015 hanno lanciato Cocktail & Sons. Gli elisir profumati sono diventati ingredienti di riferimento per i baristi di tutta la regione, oltre che per gli appassionati di cocktail e i dilettanti allo stesso modo.

I sapori di sciroppo includono menta e verbena al limone, demerara speziata e pepe di caprifoglio. Ci sono cinque “gusti principali”, spiega Myerscough, disponibili tutto l’anno, oltre alle miscele stagionali. Gli sciroppi miscelati riflettono i 22 anni combinati di esperienza nel barman e lo sviluppo di ricette della coppia.

L’azienda mercoledì 25 giugno debutterà con un nuovo sciroppo che incorpora una varietà regionale “profumata” di anguria e infusa con basilico. Myerscough dice di aver visto una maggiore domanda di bevande colorate e festive che si concentrano più sulla frutta e meno sull’alcol stesso mentre il tempo si scalda.

Myerscough e Messier condividono anche ricette di bevande classiche e creative sul loro sito Web, cocktailandsons.com e tramite Instagram: @cocktailandsons.

GAMBIT: Come sei arrivato a creare mixer per cocktail e ad avviare Cocktail & Sons?

Lauren Myerscough: La gente veniva sempre da noi (quando facevamo il barista) e diceva: “È fantastico! Come possiamo farlo a casa?” Dicevamo loro: “Prendi questo oscuro liquore, un po’ di zucchero, acqua, mettilo in una pentola insieme, fallo bollire…” e loro rispondevano “No”.

C’era una lacuna nel mercato, abbiamo avuto un bambino e l’abbiamo usato come scusa per lanciarci nel business.

Avevamo taccuini pieni di ricette che avevamo sviluppato per cocktail e sciroppi e siamo stati in grado di rimpicciolire e guardare le tendenze più grandi. Sono nata e cresciuta qui, sono la nipote dei coltivatori di zucchero, quindi è generazionale. Sapevo che avremmo potuto usare le cose che coltiviamo qui e dare (ai prodotti) un tocco tipicamente meridionale.

Gambit: Quali sono alcune delle tendenze attuali in termini di mixer e “cultura del cocktail” in questo momento?

Myerscough: È estate, quindi vediamo che le bevande più fruttate stanno diventando più popolari ⁠— le cose sono meno classiche e più pesanti sugli agrumi, l’anguria o la fragola ⁠— un po’ più colorate e un po’ più interessanti.

Comincio a vedere che entrano in gioco prove di gradazione inferiori, come amaro e aperitivi all’italiana. E un sacco di bevande analcoliche, (usando) Kin e Seedlip. Stiamo iniziando a vedere molte più opzioni per le persone che non vogliono assorbire, per qualsiasi motivo.

Penso che sia più difficile fare una bevanda analcolica che inserire qualcosa di classico in un menu di bevande, ma puoi davvero giocare con consistenze e sapori. E penso che sia davvero importante avere quelle opzioni e normalizzarlo. Uscire non deve significare essere intonacati. Trovare queste opzioni analcoliche nel menu rende le scelte più responsabili e sono felice di averlo.

Lo chef Brandon Robinson ha aperto Hype Eatz al mercato di St. Roch

Brandon Robinson parla dell’apprendimento della cucina, dell’interesse per i piatti caraibici e del futuro di Hype Eatz.

Gambit: quali sono alcuni suggerimenti che hai per qualcuno che ha appena acquistato un carrello da bar e non sa come rifornirlo o da dove cominciare a preparare i cocktail?

Myerscough: Il mio consiglio più grande è che non è così complicato. La maggior parte dei cocktail ha le stesse proporzioni, solo con alcolici diversi. Ad esempio, diciamo sempre che se prendi il nostro sciroppo di menta e limone, se ci aggiungi del gin, è un Southside. Ma se aggiungi il bourbon, è uno Smash. È lo stesso cocktail ⁠— stai solo cambiando il liquore principale. Ottieni cose con cui puoi essere versatile.

Mason Hereford pubblica il libro di cucina

Gambit ha parlato con Mason Hereford del suo nuovo libro di cucina, ricette semplici e Cheez-Its sul gelato.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.