5 città in tutto il mondo che fanno il pesce giusto – Flux Magazine

parole Al Woods

L’estate si avvicina rapidamente e con essa arriva la deliziosa prospettiva di cibo fresco e gite soleggiate (o leggermente nuvolose) al lungomare. Che tu sia in vacanza in zona o in un posto un po’ più esotico quest’anno, ci sono molti deliziosi piatti di pesce che si possono trovare sulla costa.

Dal pesce e polpo ai crostacei e molluschi, i frutti del mare offrono una abbondanza di prelibatezze. Con così tanti diversi tipi di cucina tra cui scegliere, anche i buongustai più esperti potrebbero non sapere dove cercare la loro prossima ispirazione culinaria. Se sei alla ricerca di alcuni nuovi piatti preferiti per l’ora di cena, unisciti a noi nel nostro viaggio attraverso cinque città in tutto il mondo che mangiano bene i frutti di mare.

1. Chioggia, Italia

Chioggia si trova in Veneto, in Italia, un tratto di costa adriatica caratterizzato da punti di interesse culturale come la città dei canali di Venezia e il romantico luogo della fiera Verona (l’ambientazione di Romeo e Giulietta di Shakespeare). Tuttavia, il villaggio di pescatori meno noto di Chioggia, appena a valle, è il luogo che fornisce a queste vicine destinazioni iconiche molti dei loro piatti di pesce di base.

Chioggia è soprannominata la ‘figlia del mare’ ed è sede di una comunità dedicata di pescatori con reti da traino e pescivendoli. Le numerose bancarelle del rinomato mercato offrono ai visitatori un’allettante diffusione di orate, spigole, sogliole, gamberi, seppie, scampi e così via.

Ogni estate, Chioggia organizza la sua annuale sagra del pesce che si svolge nell’arco di dieci giorni. Durante la celebrazione, i visitatori abbracciano la cultura locale e gustano le ricette tradizionali di pesce di tutto il Veneto. Per un assaggio dell’Italia, prova queste linguine ai frutti di mare di Pasta Evangelists, che utilizza cozze e gamberi freschi e interi.

2. Egina, Grecia

L’isola greca di Egina ospita una città con lo stesso nome, soprannominata in onore della madre dell’eroe mitologico Eaco. Al giorno d’oggi, l’isola Saronica è nota per la sua raccolta di pistacchi coltivati ​​su fertile terreno vulcanico, così come per la sua classica versione greca del polpo alla griglia.

Il polpo è stato un alimento greco fin dai tempi antichi, che si trova nei menu delle taverne di pesce nella maggior parte delle grandi isole. Una volta catturata, i pescatori batteranno la carcassa sulla roccia per strappare l’acqua dal suo corpo, prima di appenderla a una lenza per farla asciugare al sole. Se questo suona come una preparazione estrema per una cena a base di pesce, non oseremo parlarvi di come viene cucinata l’aragosta.

Per fortuna, il polpo può essere grigliato ovunque tu sia e con meno teatralità. Anche quando non è appena uscito dal Mar Egeo, il polpo acquistato in negozio è tenero e saporito e richiede poco per condirlo per un delizioso pasto cucinato in casa. Per quell’esterno affumicato e croccante e un interno succoso e succulento, grigliare secondo questa ricetta.

miglior viaggio a base di pesce

3. Santiago, Cile

Stiamo volando a sud dell’equatore per il nostro prossimo boccone. Accessibile dalle meravigliose coste occidentali del Cile, il mare cileno è un ecosistema marino generoso e diversificato. La corrente di Humboldt attraversa la costa del Cile, fornendo stock di sardine, naselli e spigole del Pacifico ai pescatori che li trasportano nell’entroterra fino alla capitale Santiago.

Nel mezzo della città si trova il tentacolare Central Mercado, o mercato. All’alba, i ristoratori scendono per raccogliere il meglio del pescato della giornata per le loro cucine, situate nell’ampia sala da pranzo del mercato. Mentre i camerieri competono per l’usanza turistica, gli chef si danno da fare a preparare il classico pesce fritto cileno, casseruola di granchio e stufato di frutti di mare riscaldati. Crostacei, oro langostinosono un prodotto particolarmente caldo qui e possono sicuramente ispirare alcune opzioni di tartine estive più leggere per stupire i tuoi amici e la tua famiglia.

4. Hakodate, Giappone

Il Giappone è famoso per i suoi frutti di mare, dal sashimi di salmone al sushi sawara. La città portuale di Hakodate, nella penisola settentrionale, è persino riconosciuta come la “capitale dei calamari del Giappone”, con le sue acque locali brulicanti di abitanti color inchiostro. In tutta la città troverai cassette delle lettere dedicate, tombini e imponenti sculture dedicate al calamaro.

A Hakodate-Asaichi, il mercato mattutino locale, ci sono oltre 200 bancarelle che vendono prodotti misti e prodotti ittici. L’evento principale è la vasca per la pesca dei calamari, dove le famiglie si accalcano per avere la possibilità di agganciarsi un pasto all’ora di pranzo. Una volta che hanno catturato il pescato, uno chef preparerà il sashimi sul momento. Anche se forse non è un’attività per gli amanti degli animali, questo è un gioco di calamari da non perdere per gli intrepidi buongustai che visitano Hakodate.

Per una ricreazione fatta in casa, investi nella carne di calamaro acquistata in negozio: in questo modo, è probabile che nessuno in famiglia si affezioni alla cena prima che venga fatta a pezzi. L’Ikayaki viene grigliato e condito con una gustosa marinata di soia e zenzero, un decadente antipasto di conversazione per le celebrazioni estive. In alternativa, prova una ricetta tempura sbattendo e friggendo i calamari in preparazione per l’immersione.

5. Aspettando, Cina

La città di Wanning si trova sulla più grande isola tropicale della Cina, Hainan. Nel corso della sua lunga storia, Hainan ha ospitato comunità tribali e un mix eterogeneo di residenti migranti, creando una cultura vivace che attira turisti da tutto il mondo.

Hainan vanta una serie di piatti rinomati dei suoi vari locali, tra cui il pollo Wenchang e l’anatra Jiaji. Per quanto riguarda Wanning City, il granchio Hele è la prelibatezza più famosa. Una volta appena pescato, la gente del posto preferisce cuocere a vapore il granchio, mantenendone la struttura, il colore e il sapore: il piatto è descritto come avente un guscio esterno duro contenente una carne tenera e cremosa.

A casa, consigliamo di procurarsi del granchio fresco per cuocere a vapore e cuocere la carne all’interno, proprio come la gente di Wanning. Rispetto ad altri in questo elenco, la preparazione del granchio diventa un po’ tecnica, quindi potresti anche trarre vantaggio dalla visione di un pratico tutorial per romperne e pulirne correttamente uno.

Leave a Comment

Your email address will not be published.